Si può senz’altro ritenere che la serie di teorie che vanno sotto la voce di “scie chimiche” sia in gran parte ispirata ed alimentata dal fenomeno delle scie di condensazione prodotte dai gas di scarico degli aerei in volo.
D’altra parte la visibilità delle scie di condensazione è presumibilmente aumentata a partire dagli anni ‘90 (cioè da quando sono stati introdotti i motori turbofan high-bypass) e questo può essere stato uno degli elementi che hanno favorito il diffondersi di queste teorie; ciò insieme all’altro fattore determinante costituito dalla disponibilità e facilità di accesso a qualsiasi tipo di informazione (e fandonia) attraverso la rete internet ed il web.

martedì 2 agosto 2011

Scie chimiche per principianti - vers. 1.5.61

Dunque, recentemente ho acquistato lo Smom mi ha fornito una fotocamera compatta da utilizzare anche per fare filmati hd di qualità soddisfacente.

 
Una bella Sony DSC-HX9V , robetta in confronto alle poderose reflex disponibili sul mercato ma comunque buona per chi non ha molte pretese.
16,2 megapixel, zoom 16x, lunghezza focale equivalente (35mm) 24 - 384 mm e altro. Chi la compra spende da 290 a 350 euri, dipende se proveniente da refurtiva oppure regolarmente importata.


Vabbè, decido quindi di provarla e noto subito la notevole capacità di rendere visibili cose che a occhio nudo sembrano lontane.
Mi stupisco alquanto di questo sorprendente risultato quindi dopo aver fatto un po' di prove colgo l'occasione per fornire utili informazioni agli sciachimisti principianti ancora confusi e a quelli che ci credono da tempo ma forse non hanno afferrato in pieno che straker è un meraviglioso babbeo.

Lesson One.5.61 - Riconoscere gli aerei clandestini irriconoscibili
Domanda: Ma quando straker dice di vedere i tankeroni tuttibianchi, senzafinestrini, senzainsegne e irriconoscibili ad una quota di 1.000 e/o 1.561 e/o 2.400 metri che spruzzano i morgelloni, l'alluminio liquido e altre amenità lasciando al seguito sostanziose scie chimiche... che sia vero? 

Risposta: Mavacagher pataca!!!
Sarebbe sufficiente ma in questo caso è necessario illustrare una procedura di rilevamento per verificare scientificamente le svariate affermazione del babbeo di Sanremo ricercatore indipendente dalla propria volontà:

a) Compri una macchina fotografica come sopra. Costa meno di 1/10 del telemetro di straker, poi col telemetro non ci fai una sega mentre con la fotocamera ci fai le foto e i filmini. Quindi i soldi non li butti nel cesso e se chiedi di finanziare l'acquisto agli amici che credono alle scie chimiche alla fine non rischi di fregarli più di tanto.

b) Metti lo zoom al massimo e fai le foto a tutti gli aerei che passano con scia al seguito.

c) Poi torni a casa e guardi le foto al computer:
  • se l'aereo non si vede bene allora significa che era tanto tanto ma tanto alto. Si tratta di posti dove fa freddo, tanto tanto ma tanto freddo. Sono scie di condensa. PECCATO HAI PERSO, RITENTA SARAI PIU' FORTUNATO.
  • se l'aereo, che fa le scie, si vede bene, cioè se metti lo zoom a 100% e se l'aereo occupa quasi tutto lo schermo fino ad 1/3, allora COMPLIMENTI SEI UN MITO!!!, hai beccato un tankerone in azione. Pubblica subito la foto, mandala a tutti i siti, blog, gruppi di Facebook, a tutti i flippati all'ennesima potenza come rosario, corrado, i vari lo sai lo so lo sappiamo e l'abbiamo sempre saputo di Facebook... diventerai un eroe e Paolo Attivissimo dovrà fare la valigie e scappare in Patagonia a coltivare le fave.
Domanda: Non mi fido di quello che sostieni, zoom 100%, grande come lo schermo, io voglio avere un riferimento, quanto è grande un aereo da 1.000/2.000 metri di distanza? 

Risposta: Hai ragione, ci vogliono dei riferimenti.
Bene, di seguito ho preparato un tutorial che fa proprio al tuo caso.

Tutorial - Come faccio a capire quanto minchia è grande un tankerone a 1.000/2.000 metri di distanza

a) Ci vuole un aeroporto. Devi trovare un aeroporto da dove partono e arrivano i jet civili, gli stessi che il babbeo sostiene siano dei tankeroni con i serbatoioni. Suggerisco un aeroporto osservabile da qualche altura. Ad esempio a Rimini ce n'è uno perfetto per lo scopo... (Non andare a Falconara perchè lì ci sono solo curiosi aerei con i motori colorati di rosso, poi c'è anche il filo spinato ma questa è un'altra storia)

b) Ti piazzi in un punto da dove sia possibile vedere la pista e il piazzale
Se nei prossimi giorni fai un salto a Rimini allora consiglio di piazzarti qui:
c) Aspetti max mezzoretta e prima o poi becchi un aereo che atterra o decolla. Metti lo zoom al massimo e scatti una foto come questa:
d) Torni a casa o in albergo, accendi il computer, guardi la foto, apri Google Earth, riguardi la foto, cerchi dei riferimenti e incominci a misurare le distanze per ottenere qualcosa del genere:

Scoprirai che l'aereo che decolla si trova a quasi 2.500 metri di distanza mentre quello parcheggiato nel piazzale è a quasi 3.100 metri di distanza.

e) Adesso passi alla foto visualizzata e metti lo zoom a 100%, con il mouse spostati finché non trovi gli aerei e, guarda un po', vedrai cose del genere:

Airbus A320 a più di 3 chilometri di distanza (lungo circa 37,5 metri)
Atr72 a 2.400 metri di distanza (lungo circa 22 metri)

f) Ora sai come si vede un aereo, non a 1.561 metri, ma a 2.400 e 3.100 metri con una fotocamera da circa 300 Euri. 
Non serve un telemetro, neppure un telescopio, se un tankerone facesse le scie chimiche a 1.561 metri allora non avrebbe scampo, chiunque lo scoprirebbe e la favola delle scie chimiche si sarebbe trasformata in tragica realtà già nel 1995.
Ma questo non è successo e non succederà mai perché le scie chimiche sono una favola come Cenerentola, Biancaneve e i sette nani e Cappuccetto rosso.

Domandona finale: Ma allora straker dice un sacco di cazzate?  Gli aerei sono bianchi senza finestrini, senza insegne, ha pubblicato solo foto e filmati sgranati !

Risposta: Si, straker dice un sacco di cazzate.

La foto originale con dati exif è qui, invece qui la panoramica con dati gps.

Per un approfondimento serio sulle foto agli aerei, misurazione delle distanze e altro consultare gli eccellenti blog Scie persistenti su Milano e Cielo su Vicenza

Edit: aggiungo anche queste fatte un mese dopo perché ci stanno bene


Dove un 747 a 1.712 metri di distanza (provare per credere, dal solito posto all'aeroporto di Rimini) se lo zummi al 100% lo vedi così:
Te la faccio vedere nel visualizzatore di Windows, al 100% non sta in 1.600 pixel!

10 commenti:

Nico ha detto...

ATR72, uno dei più begli aerei in assoluto. Tra l'altro sta uscendo il nuovo modello (600) che è un gioiellino davvero.

Ciao

Anonimo ha detto...

Secondo me questo bel post è da diffondere il più possibile

Hedges ha detto...

Bellissimo articolo per "normopensanti" con il senso delle proporzioni.
(Non adatto ai bambini al di sotto dei 3 anni ed agli iscritti al "comitato nemici delle cisterne")

Skeptic ha detto...

bravo, ma il babbeo non capirà, o farà finta di non capire.

Claudio Termografia ha detto...

LOL la loro si chiama semplicemente malafede

Anonimo ha detto...

Dedico questo articolo a Mike lo scompensato.

RB211 ha detto...

Salve cari colleghi, mi sono ben guardato dall'indirizzare questo articolo al prode rosario perché tanto lui lo ignorerà a prescindere.

I destinatari sono tutti i "credenti" alla colossale panzana delle scie chimiche.

Il metodo esposto è semplice, analogo a quanto documentato da tempo da tante altre persone.
Ho voluto ribadirlo perché, rispetto al passato, oggi la realizzazione di foto dettagliate è molto ma molto più economica, praticamente alla portata di chiunque.
L'investimento di 200/300 euro è più che accettabile, non bisogna acquistare prodotti o accessori dedicati alla fotografia professionale: BASTA UNA NORMALE MODERNA MACCHINETTA COMPATTA che chiunque potrà comunque utilizzare per fare normalissime foto e filmini.

Quindi cari sciachimisti, quando vedete un aereo con la scia fategli tante foto con una macchinetta analoga a quella descritta nel post.
Se ne beccherete almeno uno, DICO UNO!!, a 1.000/2.000/3.000 metri allora anch'io diventerò uno sciachimista (sono escluse le foto fatte oltre il circolo polare).

Marco ha detto...

Senti, anche io sono un chimico e comprendo molto bene la tua avversità a denigrare gli avvenimenti che non possano essere spiegati in chiave razionale e con gli strumenti matematica, fisici e cognitivi che la branca della chimica ci ha insegnato. Tuttavia dovresti considerare l'idea che per esempio l'effetto placeo esiste e nessuno è in grado di dimostarlo. Per tanto, il tuo accanimento , sebbene condivisibile mi sembra forzato.

Davide Gamba ha detto...

ciao non ho capito a cosa ti riferivi riguardo falco? io ho fatto piu' di 5000 foto li spesso becco i veri tankeroni!!!!
tristar e vc 10 :)

RB211 ha detto...

Per Falconara mi riferivo a questo:
straker ha la tara per quelli di Falconara