Si può senz’altro ritenere che la serie di teorie che vanno sotto la voce di “scie chimiche” sia in gran parte ispirata ed alimentata dal fenomeno delle scie di condensazione prodotte dai gas di scarico degli aerei in volo.
D’altra parte la visibilità delle scie di condensazione è presumibilmente aumentata a partire dagli anni ‘90 (cioè da quando sono stati introdotti i motori turbofan high-bypass) e questo può essere stato uno degli elementi che hanno favorito il diffondersi di queste teorie; ciò insieme all’altro fattore determinante costituito dalla disponibilità e facilità di accesso a qualsiasi tipo di informazione (e fandonia) attraverso la rete internet ed il web.

domenica 22 agosto 2010

straker ha la tara per quelli di Falconara


Per questa ennesima minchiata di straker prendo temporaneamente il posto di Hanmar perché lui è in ferie mentre io ormai le ho finite.

Qualche dubbio ce l'aveva messo l'illustre ing. specializzato nella compressione del Monossido di Diidrogeno detto anche marco guardacheluna mentre brucia la sabbia sul tetto della mia macchina, ora abbiamo appreso dai polpastrelli  di straker l'epilogo finale:
(ctrl+c, ctrl+v + un po' di camouffage)
Falconara c'è un curiosone che cerca delle notizione sulla telefonatona all'ufficio stampa dell'E.N.A.V., e le va a cercare proprio sui blog e siti web del babbeo... perbacco ma perchè?! perdindirindina proprio da lui?!
Accidenti tutto ciò merita un approfondimento...
(clic clac...gugle terra clic cloc ctrl+c ctrl+v)
Proprio nel parcheggio dell'aeroporto di Falconara c'è un inaspettatissimo aereo tuttobianco con due motori dipinti di rosso.
Beh diciamo che la questione si sta complicando parecchio, siamo partiti da una ricerca relativa alla telefonata all'ENAV e siamo giunti ad un sospetto tankerone parcheggiato in un aeroporto nelle vicinanze dell'ipotetico luogo dove un anonimo personaggio potrebbe avere una connessione ad Internet... forse straker l'ha individuato con l'aiuto dell'AirNav?
Si tratta di una foto del 2007, mica di ieri, quindi a questo punto il caro straker si è messo a pensare e... mumble, mumble, et voilà ha tirato fuori una minchiata buona per i quattro gonzi che ancora lo stanno a sentire:


Straker ha detto...
Falconara Marittima [Ancona]. Connesso allo scalo civile Raffaello Sanzio c'è l'aeroporto militare che fu già usato durante la guerra del 1999 in Kossovo. Nei dintorni vi sono, mimetizzate anche fra le abitazioni di Marina di Montemarciano e Chiaravalle, installazioni di alimentazione elettrica militari difese da filo spinato, cartello "no trespassing" e il simbolo della rosa dei venti Nato".
Curioso l'interesse al video sulla registrazione con l'ufficio stampa E.N.A.V.
Screenshot

Vuoi vedere che da quella pista decollano molti degli aerei non identificati impegnati nelle campagne di irrorazione?
Straker ha detto...
Tra l'altro ho notato che sulla pista vi sono due tipi di aereo molto simili a quelli che, spesso, passano da queste parti a bassa quota, senza lasciare traccia radar e privi di marche. Uno dei due è un bimotore ad elica, con i motori dipinti di rosso.

QUI


Siiiii siiiiii daiiiiii sono proprio loroooo, gli stessi tankeroni che passano a BASSA QUOTA SOPRA IL SUO QUARTIERE a Sanremo.
Partono da Falconara, passano sopra Fano per farsi vedere dall'Ing. Marco, poi arrivano a Sanremo, a questo punto inquadrano per bene il quartiere del babbeo e passano esattamente sulla verticale del terrazzino, infine tornano a Falconara sempre ripassando sopra Fano... "ing. marcoooo... puppaaaa", dice il pilota affacciandosi dal finestrino.

Questa volta straker ha riconosciuto il tanker dall'alto in una foto del duemilaesette, anche giulia dice di aver visto lo stesso aereo, proprio lei che abita LONTANISSIMA DA FALCONARA (Tra Jesi e Fabriano... fate voi) e quindi non può andare a vedere cosa minchia combinano sti militari della Nato che difendono le installazioni di alimentazione elettrica solo con del banale filo spinato.

Ah si poi questa è bella: "Tra l'altro ho notato che sulla pista vi sono due tipi di aereo molto simili a quelli che, spesso, passano da queste parti a bassa quota": eh bravo dal 2006 a oggi hai citato praticamente tutti gli aerei che volano, ci mancano solo il Bleriot XI e l'aereo dei fratelli Wright.

Va bene, adesso cerchiamo di capire che razza di curioso tankerone il 12 settembre del 2007 si è permesso di parcheggiare nell'aeroporto di Falconara Marittima dopo una missione sopra il quartiere del babbeo e in prossimità della casa (lontanissima) di giulia:

Dunque, proviamo con Google Immagini e iniziamo a cercare un marca dell'est, visto che a Falconara ci bazzicano molti ex-sovietici, bene usiamo la prima in ordine alfabetico, scriviamo... Antonov.
Oh guarda! saltno fuori questi disegnini:
Viste di un An-26
Viste di alcune varianti di An-24

E' un bel Antonov forse un an-24 o un an-26, oh intendiamoci, non sono proprio identici a quello di straker. Nei primi due ci sono gli oblò a cupola  (sopra e a sinistra appena dietro la cabina di pilotaggio), classici degli aerei militari, da osservazione, etc, mentre nella foto di Google Earth mancano:
La foto di straker presa da Google Earth, sull'ala destra c'è la marca a ma straker non interessa
A questo punto direi che abbiamo trovato il tipo di aereo in questione. Ora cerchiamo una foto che ci azzecchi...
Ok, questo An-26 mi sembra buono, trovato su www.airlines.net
Non voglio andare oltre perché siamo di fronte alla classica minchiata di straker, non ho altro tempo da perdere per cercargli le foto di normali aerei.

CONCLUDENDO
Questo poveraccio di straker con i suoi apostoli ci prova sempre, però ancora non si rende conto che dopo la pubblicazione di una telefonata registrata senza consenso avvenuta tra straker e una persona dell'ufficio stampa dell'E.N.A.V., è del tutto normale se qualcuno va a documentarsi per bene circa le fandonie e le diffamazioni partorite dalla sua mente paranoica.

E' comunque sorprendente il collegamento che ha fatto tra la localizzazione di una persona sconosciuta che ha guardato le sue minchiate, l'aeroporto di Falconara, i tankeroni sopra il suo terrazzino, la Nato con il filo spinato e l'E.N.A.V.
Che tristezza buttare 50 anni nel cesso in questa maniera.


P.S.
Fuori argomento, ma non tanto, caro straker voglio farti vedere cosa ho trovato in un manuale di volo degli anni 40:
Le istruzioni per il pilota

Gli interruttori
Ora scopri tu a quale aereo appartiene. Ciao Babbeo.

(Edit) Aggiorno con una ulteriore immagine tratta da un altro manuale

7 commenti:

Paolino ha detto...

ROTFL! strakkino non lo caga più nessuno, persino gli sciachimisti lo prendono per i fondelli e lui per attirare un po' di attenzione è costretto ad inventarsi queste panzane, buone al massimo per decerebrati come arturo o guardacheluna. Cosa gli tocca fare per vivere...

Ieromod ha detto...

Hai dimenticato di rendere noto il comunicato dell' USAF, che è stato (imbarazzantemente) emesso dopo la presa visione della straordinaria scoperta di strakkino, che li ha sgamati: il vero primo velivolo stealth non fu l' F-117, bensì fu in realtà già usato dai Russi durante la guerra fredda!!! I mirabili Antonov da trasporto tattico erano, già allora, in grado DI NON FARSI RIVELARE DAI RADAR!... proprio come lui dice che fanno oggi! ... Velivoli affidabili, longevi e che non tramontano mai! ( e non tralasciamo, quindi, l'ovvio e da lui sgamato coinvolgimento della ex potenza sovietica nel complottone globale!) :-))))))
Cordialità!

Skeptic ha detto...

Bellissimo post. Mi servivano un paio di sane risate!

la tigre della malora ha detto...

Non solo. L'interdetto sproloquia di aeroporto militare e cartelli (che vede solo lui) "no trespassing" e minchiate varie. Ieri ho scoperto che, con un decreto del 2008 (http://gazzette.comune.jesi.an.it/2008/173/3.htm) che i beni del demanio militare siti lì sono stati destinati all'aviazione civile. Ho preparato un commento sul tutto, ma su strakerenemy non riuscivo a postarlo, ho il file a casa, lo farò stasera.

ilpeyote CIALTRONE VA' A SPACCARE PIETRE CON LA TESTA

la tigre della malora ha detto...

Provo a postare qui

*****

Della serie: “il solito bugiardo falsario”

Innanzitutto, buona domenica a tutti. In questo commento intendo evidenziare l'ennesima falsità prodotta da 'o comandante clusò, argomento: “invenzioni su militari”. Premetto che non riporto tutte le vaccate per brevità, ma solo i link, e che ho fatto screenshot di tutto. Andiamo con ordine.

1) Qui http://snipurl.com/10r6vq il mentecatto comincia a sproloquiare sull'”interesse” dell'ENAV per la telefonata di minchia diffusa – secondo me – illegalmente sul web. A parte che qualcuno all'ENAV potrebbe realmente avere qualche qualche curiosità sul tutto, trattandosi di roba che lo riguarda, in ogni caso è scritto un “tempo visita” di 6 minuti e ½, compatibile con la durata della telefonata, nessun mistero quindi.
2) Qui http://snipurl.com/10r6y7 e qui http://snipurl.com/10r6zg ci sono altri sproloqui sull'aeroporto di Falconara, militari eccetera: tramite google earth e una vista da lince il mentecatto vede aerei senza insegne, installazioni militari, cartelli et al. mimetizzati (!) e via e via.
3) Qui http://snipurl.com/10r6zm interviene la prode giulia, anche lei dicendo vaccate. Segnalo che parla di “9 voli al giorno” a Falconara, quando (ad es.) il lunedì sono ALMENO dodici eccetera, chiede se la foto postata dal falsario è tratta da google (è scritto CHIARAMENTE in basso a sinistra della stessa, e vi invito a notare la data: 2007)
4) Qui http://snipurl.com/10r70t e qui http://snipurl.com/10r71d il finale a cura del minchia team, che riporto:
Straker ha detto...
Ciao Giulia, le Tue sono osservazioni corrette. penso che quell'aeroporto sia particolarmente strategico, data la sua posizione rispetto allo "stivale".

Ciao Antonella, grazie! Riguardo al cielo... qui era color latte al tramonto. Segnalo inoltre la presenza di lunghi filamenti che si allungano da un lampione all'altro.

Paolo, direi che Scott Stevens ha ragione. Se così non fosse, non sarebbe continuamente attaccato dai disinformatori d'oltre oceano.
22 agosto, 2010 10:05

Zret ha detto...
Scott Stevens è dunque giunto alle stesse conclusioni cui erano arrivato molti osservatori: non solo il tempo, ma anche il clima è controllato su scala planetaria.

Giulia, è evidente che gli aerei chimici decollano da scali civili e militari: altro che ologrammi.
22 agosto, 2010 10:06


5) Bene, leggete il Decreto del 2 maggio 2008 qui http://gazzette.comune.jesi.an.it/2008/173/3.htm

Art. 1.
1. I beni del demanio militare aeronautico dell'aeroporto di
Ancona Falconara, individuati e descritti nell'annesso tecnico e
relativi allegati, che costituiscono parte integrante del presente
decreto, dichiarati non piu' funzionali ai fini militari, sono
destinati all'aviazione civile con trasferimento al demanio
aeronautico civile (demanio pubblico dello Stato ramo trasporti -
aviazione civile) nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano
alla data del presente decreto, in quanto strumentali all'attivita'
del trasporto aereo civile.
2. I beni trasferiti ai sensi del comma 1, sono assegnati,
contestualmente, in uso gratuito all'ENAC, ai sensi dell'art. 8,
comma 2, dei decreto legislativo 25 luglio 1997, n. 250.

Art. 2.
1. L'aeroporto di Ancona Falconara assume, dalla data del
presente decreto, lo stato giuridico di aeroporto civile appartenente
allo Stato, aperto al traffico civile.
2. I servizi di assistenza per la navigazione aerea sono gia'
garantiti dall'Ente Nazionale per l'Assistenza al Volo (ENAV) S.p.A.,
in applicazione della normativa vigente.
Il presente decreto sara' comunicato agli organi di controllo e
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 2 maggio 2008


ilpeyote CIALTRONI ANDATE A SPACCARE PIETRE CON LA TESTA

The Foe-Hammer ha detto...

50 anni nel cesso

A milano diremmo cinquant'ann sgiacà in del rü

eSSSe ha detto...

che pirla... degno maestro dell'inegner guardacheluna