Si può senz’altro ritenere che la serie di teorie che vanno sotto la voce di “scie chimiche” sia in gran parte ispirata ed alimentata dal fenomeno delle scie di condensazione prodotte dai gas di scarico degli aerei in volo.
D’altra parte la visibilità delle scie di condensazione è presumibilmente aumentata a partire dagli anni ‘90 (cioè da quando sono stati introdotti i motori turbofan high-bypass) e questo può essere stato uno degli elementi che hanno favorito il diffondersi di queste teorie; ciò insieme all’altro fattore determinante costituito dalla disponibilità e facilità di accesso a qualsiasi tipo di informazione (e fandonia) attraverso la rete internet ed il web.

giovedì 7 giugno 2012

Che palle 2


Che palle 'sti schiachimisti!!!

Trovo due secondi per pubblicare un post con un banale copia-incolla di un mio commento fatto su faccialibro sezione "LE SCIE CHIMICHE SONO UNA CAZZATA" in seguito allo strabiliante volantino di quei fulminati di www.ilcielosufirenze.com, buona fine primavera a tutti.

Uzname Mancus 
Uff... questi sciachimisti hanno proprio rotto i coglioni!!!
Poiché sostengono che i tanker sono a quota bassa e pure tuttibianchisenzafinestrini, cioè aerei clandestini, per SCHIANTARLA DEFINITIVAMENTE gli basterebbe applicare il metodo di Massimo Santacroce (http://http://sciemilano.blogspot.it/ - basta consultare gli ultimi 5 post) che consiste in:
- Dotarsi di un bel telescopio
- Dotarsi di una buona fotocamera
- Consultare FlightRadar24
- Vedere dei tankeroni in azione con le classiche scie chimiche persistenti e non

A questo punto potranno iniziare a scattare tutte le foto!!!

Noterete che in ogni foto realizzata a "tankeroni" oltre i 9.000 metri di quota sarà possibile distinguere perfettamente il tipo di aereo, la livrea, i FINESTRINI e le marche di IMMATRICOLAZIONE.
Poi con flightradar24 si individua la rotta la quota e la destinazione.
Sarebbero sufficienti le foto (e se sono a 2.500 metri nell'immagine ci starà solo un pezzo di fusoliera!!) ma se proprio vogliono essere certi che non si tratti di OLOGRAMMI o aerei militari CAMUFFATI da liner commerciali allora:
Alcuni sciachimisti disponibili si apposteranno negli aeroporti di destinazione (siccome sono tante le persone che vogliono conoscere la verità non sarà difficile ottenere la loro disponibilità) e aspetteranno l'arrivo del "tankerone" in questione, magari gli fanno anche qualche foto durante e dopo l'atterraggio.
Infine attendono al varco i passeggeri e, uno per uno, gli chiedono se davvero hanno volato su quell'aereo e se sono passati proprio sulla zona dove era presente il telescopio.

Con un minimo di impegno, utilizzando degli strumenti alla portata di molti, sarebbero in grado di DIMOSTRARE IN MODO DEFINITIVO CERTO ED INEQUIVOCABILE L'ESISTENZA DELLE SCIE CHIMICHE.
sciemilano.blogspot.com

1 commento:

Claudio Termografia ha detto...

il bellissimo blog scie su milano è la dimostrazione che se si vuole capire la verità è possibile, al contrario di quello che fanno costantemente gli sciamisti